ricerca e sviluppo 2-min

Non è cedibile il credito d’imposta R&S

Il credito d’imposta riconosciuto per gli investimenti in ricerca e sviluppo è utilizzabile esclusivamente in compensazione e quindi non può essere chiesto a rimborso. Di conseguenza non può essere ceduto ai sensi dell’art. 43-bis del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602: lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’istanza di interpello 8 marzo 2019, n. 72 .

In tale documento è stato sottolineato inoltre che all’istituto in commento non è neppure applicabile la cessione dei crediti di cui all’art. 1260 del codice civile, ai sensi del quale il creditore può trasferire a titolo oneroso o gratuito il suo credito, anche senza il consenso del debitore, purché il credito non abbia carattere strettamente personale o il trasferimento non sia vietato dalla legge: al riguardo l’Agenzia chiarisce infatti che le norme che disciplinano il credito per ricerca e sviluppo non contengono alcun richiamo al citato art. 1260 c.c

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NEWSLETTER

Seguici ed iscriviti alla nostra newsletter